» Home > Allergia ai pollini, nuovi rischi dall'Ambrosia

Allergia ai pollini, nuovi rischi dall'Ambrosia

Un tempo gli agricoltori serbavano parte del raccolto in modo da poterlo riutilizzare per la semina. Oggi invece è prassi rifornirsi di sementi, acquistandoli da aziende specializzate.

Questo comporta nuove insidie per chi soffre di allergie ai pollini. Infatti miscelati ai semi acquistati, c'è sempre una piccolissima quantità di semi indesiderati, provenienti dai luoghi di produzione; è in questo modo che è arrivata in Europa l'Ambrosia (Ambrosia artemisiifolia).

I pollini dell'Ambrosia hanno un elevato potere allergizzante, i sintomi sono analoghi a quelli degli altri pollini, quindi riniti e tutto il repertorio cui chi soffre di allergie è abituato.

Un'altra cattiva notizia riguarda il fatto che l'Ambrosia fiorisce da metà agosto in poi, andando così a coprire un periodo dell'anno che invece rappresentava una fase di sollievo, anche per chi è maggiormente sensibile ai fenomeni allergici.

Attualmente la diffusione dell'Ambrosia riguarda l'Europa Centrale, e per l'Italia la Pianura Padana, tuttavia per i prossimi anni, la diffusione della pianta, e quindi dei suoi pollini, è prevista in espansione.

 

Fonte: lescienze.it - nature.com

In Vendita nel Sito

Inserisci un commento.

Feed RSS
Copyright © 2013-2017 Delineavit s.n.c. - P.Iva 02111300691

Le informazioni e le notizie riportate sul sito web Vivo Natura, pur se tratte da fonti autorevoli, debbono essere considerate di tipo divulgativo e non intendono e non devono sostituirsi alle indicazioni e prescrizioni dei medici che hanno in cura il lettore.

impresaweb.comInfo CookiesDisclaimer

Il sito vivonatura.it si avvale di cookie, utili per ottimizzare la navigazione ed essenziali per alcune sezioni del sito.
Utilizzando il sito senza modificare le impostazioni del browser, si acconsente alla ricezione dei nostri cookie.

Close
^