» Home > Greenpeace dimostra che le trivelle offshore inquinano

Greenpeace dimostra che le trivelle offshore inquinano

Molte persone si saranno chieste se le trivelle, divenute negli anni ospiti comuni – e spesso indesiderati – dei paesaggi costieri de i nostri mari, possano generare fenomeni di inquinamento ambientale.

Per rispondere al quesito, Greenpeace ha chiesto al Ministero dell'Ambiente, ed analizzato, i dati relativi ai monitoraggi effettuati nei pressi delle trivelle offshore attive.

La risposta che si evince, pubblicata nel rapporto "Trivelle Fuorilegge", a dispetto di quanto vogliano far credere petrolieri e addetti ai lavori di vario genere, è semplice e chiara: sì, le trivelle sono impianti inquinanti.

Nel rapporto Greenpeace ha preso in esame dati non pubblicati custoditi dal ministero competente (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, MATTM). Dalla loro analisi sono emerse diverse criticità ambientali. L'addove esistono dei limiti di legge da rispettare, l’analisi dei dati ha rivelato che buona parte delle trivelle non rispetta tali limiti. Analogamente l’analisi della presenza di sostanze chimiche tossiche e pericolose per la salute nei tessuti delle cozze raccolte in prossimità delle piattaforme ha mostrato anch’essa evidenti criticità.

Fonte: Greenpeace

In Vendita nel Sito

Inserisci un commento.

Feed RSS
Copyright © 2013-2017 Delineavit s.n.c. - P.Iva 02111300691

Le informazioni e le notizie riportate sul sito web Vivo Natura, pur se tratte da fonti autorevoli, debbono essere considerate di tipo divulgativo e non intendono e non devono sostituirsi alle indicazioni e prescrizioni dei medici che hanno in cura il lettore.

impresaweb.comInfo CookiesDisclaimer

Il sito vivonatura.it si avvale di cookie, utili per ottimizzare la navigazione ed essenziali per alcune sezioni del sito.
Utilizzando il sito senza modificare le impostazioni del browser, si acconsente alla ricezione dei nostri cookie.

Close
^